"Fanculo a chi non ha iniziato niente e a te dice che è finita!"



Non è che l'amore mi abbia tradito, è che l'amore non c'è stato. E per tanto tempo non ci sono stata neanche io.
Delle volte mi dimentico che ho paura e così faccio cose che mi terrorizzano: tagli ponti, chiudo porte, metto muri, prendo distanze.
Delle volte mi dimentico che dentro so ancora sentirmi piccola, delle volte decido di essere grande e stacco, spezzo, distruggo, me ne vado.
Delle volte dimentico che ciò che desidero non dipende da me, che so soffrire, che so piangere, che sono frangibile.
Delle volte scordo di essere debole e mi concedo a un forza temporanea che non mi spetta.
Una vita per ritrovarmi e ora l'unica cosa che vorrei è perdermi ancora. Come quella sera: dove mi sono sentita nel esatto posto in cui dovevo essere fra due braccia, una bocca e la speranza di qualcosa che poteva essere e poi non è stato. O è stato? Quando è che qualcosa c'è?
Quando è che sappiamo di essere importanti per l'altro?
Quando è che sappiamo di essere amati?
Quando ce lo dicono? Quando ci sentiamo amati? E se le due cose non concedessero?
E se entrambe le cose mi facessero paura?
Se tutto l'amore che cerco o cerchiamo non fosse in un "rimani, ti prego resta"?
Che poi a me "ti amo" mica lo hanno mai detto, e questa è un'altra cosa con la quale dovrò convivere, con quel "ti amo" che se arriverà, arriverà troppo tardi.
Perché c'è un tempo per tutto, uno per imparare ad amare e un altro per imparare ad essere amati. E se quel tempo salta, si affilano le insicurezze e quelle finte sicurezze fatte per sopravvivere al non essere stati scelti, al non aver nessuno che abbia deciso di prendersi cura di noi.
E se quel tempo salta forse si è meno felici e più tristi.
Se quel tempo salta, poi si impara ad avere ancora di più paura. Il tempo si accorcia, le responsabilità crescono, la vita scorre e non si può più buttarcisi a caso nelle cose. Non si può neanche aspettare. Mentre lo dico a lei, lei che è stata amata, non capisce. Non capisce che poi uno impara a fare senza, che io non ho mai fermato la mia vita, che ho dato esami da 30L dopo l'ennesima nottata passata a piangere per qualcuno al quale pensavo di tenere ma non mi teneva affatto.
Lei non capisce, che a fare tutto da soli poi si diventi così deboli da essere esigentemente forti.
Lei non vuole credere che l'amore che verrà per me varrà meno, perché sarà un altro tipo di amore, sarà uno con delle basi per un futuro più importante, sarà un amore che non potrà essere messo in crisi da futili crisi di passaggio, sarà un amore che ci sarà quando avrò delle vere responsabilità. Nessun bacio fuori posto in qualche vicolo poco trafficato, nessun " ti lascio e me ne vado", nessun "no, son tornato perché senza di te anche no", nessuna serata passata in un locale a baciarsi e discutere "perché l'ho visto, l'hai guardato il culo di quella" o "lo so che con lui ci hai fatto qualcosa", nessun biglietto preso a caso, e nessuna serata da troppo sfatti per saper come tornare a casa. Saremo grandi e con responsabilità, sarà un amore con il compito di costruire qualcosa, del non morire da soli, un amore che non brucia e non si consuma e se lo fa finisce: perché nella vita ci si salva, non si viene salvati.
Non sarà un amore come quando avevo una frangetta fresca di taglio e un orrendo abito verde e una vita di possibilità e un futuro dove ancora c'era tanto margine di errore. Non sarà un amore folle, spassionato, fresco, senza aspettative. E sarà così triste rendersi conto che chi si ha di fianco è la conseguenza di tante scelte sbagliate, incroci mancati, prese lasciate, eppure tenerci comunque. Innamorarsi della millesima scelta, perché si è persa la prima, la seconda e pure la terza, e così fino ad arrivare a chi si prende e chi ci prende. Siamo tutti l'amore fallito di qualcuno, la scelta rifiutata, il rapporto mancato, il palo preso.
E chi me lo dirà che starò amando la persona giusta? La persona che dovrei amare e non mi starò accontentando di qualcuno che c'è quando chi realmente avrei voluto se n'era andato?
Io sbaglio tutto sempre, sbaglio dalla partenza, dalle amicizie, dal dolore, dal cuore.
Delle volte mi dimentico che ho paura, e son così coraggiosa da ributtarmi. Da dimenticare il male subito e succede che finisco nelle mane sbagliate. Rapporti contorti, amicizie sballate, cuore e tempo sprecato. E sfatiamo il mito del "l'ho fatto perché mi andava", perché tutto quello che facciamo ha un fine: sentirci apprezzati, amati, voluti.
Non siamo benefattori, non doniamo il nostro tempo a chiunque per non avere niente in cambio, per non avere neanche affetto, neanche apprezzamento.
Così davanti all'ennesima amicizia fallita, mi rendo conto che non sono in grado di essere amata come amica figuriamoci come altro.
E mentre tutti danno del coglione a lui, io do della cogliona a me stessa: per averci messo troppo tempo, troppo cuore, troppo tutto dopo che tutto quel che avevo lo avevo già perso tempo prima e con fatica me lo ero ripreso.
Perché chiariamoci: valiamo in quanto l'amore che ci diamo e quello che riceviamo. O forse funziona così per me e per le persone come me che hanno mancanze incolmabili e vuoti vertiginosi.
Così davanti l'ennesime terribili parole capisco che quel che sono non mi è servito ad altro a sentirmi dire: carina, bellina, tenera e buona...ma non abbastanza, utile da usare e poi abbandonare.
Quando bastava solo un "ho fatto quel che riuscivo come potevo, ma il bene c'era".
Perché sono anche questo, fra la rabbia e le viscere contorte so anche apprezza il 100 che vale 10! Delle volte, dicevo, dimentico di avere paura e di essere fragile, delle volte mando messaggi troppo lunghi che non vengono manco letti come segno ulteriore di disprezzo e mi faccio ferire, e sempre finisco con il cuore in macelleria e il culo sulle pedate!
Nessun rimani,
nessun mi dispiace, niente, perfino da chi prima ti vedeva in un modo e nel giro di poco ti ha lanciato il suo schifo addosso..solo schifo, ed essere delusi stanca, essere delusi fa male, essere delusi toglie tanto soprattutto quando è una vita che si viene delusi dal prossimo!
Io ho la deficienza emotiva, non l'intelligenza!
E cosa serve essere me?
Essere brave persone, oneste, buone, altruiste, che ci mettono cuore se poi alla fine si viene cancellati, maltrattati, bistrattati, ingannati, condannati al primo errore!?! Che serve credere nel bene quando intorno non ce ne è, quando a rimanere a farlo siamo rimasti pochi? Tutti abbiamo sofferto, ma non tutti siamo diventati dei mostri per questo. Non c'è bellezza nell'orrore adesso penso di averlo, finalmente, imparato!

You Might Also Like

32 commenti

  1. Cara Federica...la delusione che provi è più che giustificata. Io, per esperienza ho capito che l'unica cosa è sapere di avere dato il meglio ed essere consapevoli di essere puliti.
    Le amicizie vere sono rare, forse una o due se sei fortunata...le persone non ti devono voler bene perchè sei perfetta, ma per quella che sei: una splendida ragazza.Lo stesso vale per l'amore: non ami una persona solo per le sue qualità, l'amore è un sentimento che va oltre...io amo anche i difetti di mio marito...e spero che lui ami i miei. Sorridi alla vita Federica, perchè questo è davvero l'unico modo...sei tanto giovane s, di certo avrai tantissime cose belle..l'importante è dare tutto.
    Io nella vita ho avuto esperienze terribili (e questo alla tua età!) e ci è voluta grinta e tanta determinazione per costruirmi una vita...anche adesso: il mio blog è nato per reagire ad un infortunio che poteva farmi perdere l'uso della mano destra!!! Siamo fatti per vincere ed essere felici, o almeno provarci! Ti abbraccio stellina!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cristina,scusa se rispondo solo ora: sono state giornate emotivamente e lavorativamente pesanti! Grazie per le tue parole, quelle giuste al momento giusto! Sei una splendida persona <3

      Elimina
  2. C'è molta carne sul fuoco di questo post, argomenti così vasti ebistrattati, così discussi einterpretati che ci vorrebbero mille pagine per riuscere solo a sforarli davvero: l'amore, l'amicizia, i rapporti sociali, la nostra interiorità e la nostra introspezione, la bellezza del mondo, incluse le persone (concetto per nulla scontato).... ed infine, Che fare? Oltre a essere un ottimo libro politico, che fare è la domanda che ci segue sempre, per tutta la vita. A 20 anni si danno risposte molto dicotomiche (a 20 anni è tutto ancora intero, cantava Guccini) poi si impara a smussare gli angoli.
    Hai meno della metà dei miei anni, ma se posso dare un suggerimento è quello di imparare la bellezza, quella delle piccole cose, quella che regala l'equilibrio con la nostra essenza: impararla e non mollarla più poiché grazie ad essa anche argomenti come amore, amicizia, etc, risulteranno più facili da approcciare e da vivere.
    Grazie per avermi regalato cristalli della tua nama con questo post, grazie per questi cristalli di bellezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per avermi letta, ascoltata e per le tue parole <3

      Elimina
  3. Perde chi lascia, perde chi non inizia e non ha il coraggio delle proprie azioni ... fanculo a questi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente,anche perché se non ci vanno loro mandano poi gli altri!

      Elimina
  4. Purtroppo la vita è fatta anche di delusioni ed eventi negativi. Nella mia esperienza personale, sai quante volte ho sofferto per gli altri oppure sono stato deluso da persone che ritenevo fidate? Il tempo e l'esperienza, mi ha fatto crescere è ho capito che chi mi vuole mi segua e soprattutto bisogna vivere.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente, il più è accettare tutto ciò!

      Elimina
  5. Tu riesci a trasformare il dolore in poesia. E so che poco consola, ma non sarai mai sola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, non so,penso che il problema non sia essere soli ma sentirsi soli!

      Elimina
  6. Ciao Federica, grazie del commento lasciato al mio post su Alda Merini. A presto

    RispondiElimina
  7. Le delusioni purtroppo fanno parte della vita e a volte servono anche a rafforzarci e a crescere basta però credere sempre perché le brave persone ci sono ancora e al momento giusto le incontreremo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo, non ne sono così convinta! Grazie per le belle parole però :)

      Elimina
  8. Le delusioni purtroppo fanno parte della vita e a volte servono anche a rafforzarci e a crescere basta però credere sempre perché le brave persone ci sono ancora e al momento giusto le incontreremo

    RispondiElimina
  9. ...sembra il momento giusto per andarti a vedere Collateral beauty.
    Per il resto roba di normale amministrazione: nessuno ci capisce e noi non capiamo gli altri. Quando annulleremo queste insormontabili distanze saremo... morti. Tanto vale conviverci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, sai che sto weekend penso proprio di andare a vederlo!?!

      Elimina
  10. ciao Federica, premetto che potrei essere tua madre, ho due figli di 23 e 20 anni quindi ci sta tutto.
    ecco, l'amore? l'amore è per chi ci crede tesoro, e non è sempre una passeggiata di salute. come lo riconosci l'amore? da vecchia signora che ha sbagliato tanto ma ha anche tanto amato.... beh, l'amore non DEVE andare alle persone che ti fanno soffrire. l'amore deve essere bene, deve essere affetto, entusiasmo. devi voler stare con quella persona perchè insieme ridi, ti diverti, affronti, impari, insegni. ma non piangi per lui, no, lascia perdere subito gli incasinati: gli incasinati rimangono incasinati a vita, credimi sulla parola, ci sono passata e ci sto ancora passando, gli incasinati sono incasinati e ti comprano con gesti, parole, sguardi ma sono INCASINATI e NON SANNO QUELLO CHE VOGLIONO e non sanno se vogliono te o quell'altra di turno, gli incasinati VANNO LASCIATI PERDERE, anche se ci piacciono tanto, anche se sono affascinanti, anche se sono belli.
    la vita corre, corre velocissima tesoro, non sprecare tempo dietro a persone che ti fanno soffrire perchè dicono di amarti ma in realtà non sono in grado di amare nessuno se non se stessi e troppo. l'amore deve essere gioia, se non lo è non va bene. vai, apri tutte le porte del cuore e vai, lasciati trovare, senza pregiudizi, senza pretese, senza cercare. LUI ti troverà se vorrai farti trovare, sei così giovane che ti puoi permettere tutto. VIVI tesoro, basta seghe mentali!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ma io ti adoro,grazie davvero grazie per le tue parole e per quello che hai detto, davvero <3

      Elimina
  11. Purtroppo, sia nel campo delle amicizie, come nell'amore, le delusioni ci sono, eccome !! Però non ti devi scoraggiare, è normale che ci siano le delusioni. Tu continua per la tua strada, ad essere te stessa, vedrai che troverai chi ti sarà veramente amico, chi ti amerà. Magari dovrai aspettare, tu non avere fretta, ma continua la tua vita nel migliore dei modi. Ciaoooo

    RispondiElimina
  12. Ciao Federica, che diore qui le delusioni sembra che non finisco mai...che .... meglio che sto buonina! Fidati di te stessa! Un abbraccio buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, mia cara sembra sempre che la.gente scema capiti a me!

      Elimina
  13. Ciao Fede, mi pare che la tua tua sia una ferita fresca fresca e che tu stia nel bel mezzo del marasma della delusione e della confusione che segue una rottura....
    Mi dispiace tanto per te, alla fine in un modo o nell'altro in certe situazioni dci passiamo tutti prima o poi, ma ti sposso assicurare che quello che adesso vedi tutto nero un giorno non sarà più così, cambierai tu, cambieranno le tue prospettive e cambieranno le tue aspettative.
    Purtroppo puoi solo aspettare e lasciare che il tempo faccia il suo lavoro, ma vedrai che ne uscirai più forte e sicura di te, non distrutta come ti immagini ora!
    Baci!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le tue parole,eh si è tutto molto fresco! Ma va bene lo stesso! Che si può fare se non aspettare?

      Elimina
  14. La verità è che l'amore è un gran casino..
    Io ho sofferto, sono rimasta delusa, ho sofferto di nuovo, e poi forse ho fatto soffrire ... Non è facile trovare un equilibrio nemmeno quando siamo felici, ma non possiamo fare a meno dell'amore !!
    Bacioni
    www.glitterchampagne.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda.vorrei arrivare alla fase del far soffrire l'altro e non io!

      Elimina
  15. :(

    se hai bisogno di suggerimenti per la slovenia, scrivimi pure!
    pensare ad un viaggio per me è un'ottima terapia :)

    RispondiElimina
  16. Mi spiace, però voglio dirti una cosa l'amore quando è quello vero e sentito da entrambi, non ha dubbi, non ha incertezze.
    A volte si pensa di non avere diritto all'amore e si sbaglia, si cerca di costruire su delle simpatie reciproche, delle storie che poi non funzionano perchè sono uomini uomini deboli che non hanno il coraggio delle proprie azioni o perchè forse c'era tutto tranne che l'amore vero.
    Devi trovare chi ti dice ti amo guardandoti negli occhi, sei giovane, bella e intelligente sono certo che arriverà e capirai che devi giocare il tutto per tutto.
    Direi le stesse cose anche alle mie tre figlie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie davvero, non so, la mia parte razionale la pensa così tutta l'altra parte invece non lo accetta! Penso sia questione di tempo e di esperienza! Grazie per le tue parole le ho apprezzate tanto :)

      Elimina
  17. visuale 1: qualsiasi esperienza, qualsiasi pezzo di strada fatta con qualcuno è meglio di nessuna esperienza e di nessun tratto di strada condiviso, perché è la differenza tra vivere la vita e non averla vissuta

    visuale 2: se le cose non devono durare, meno durano meglio è

    RispondiElimina